ADVBLOG.IT

ADVMEDIA comunicazione – pubblicità – marketing

Avviare una StartUp con il Crowdfunding

Pensate di avere tra le mani una buona idea, di quelle di successo da poter trasformare in startup?

E allora perché non farlo? Forse perché il primo ostacolo, spesso insormontabile, è la mancanza del denaro necessario per avviare il progetto e le difficoltà nel reperirlo sono davvero tante, soprattutto in un paese dove l’accesso al credito non rappresenta un valido supporto all’imprenditoria, alle idee innovative e alle persone.

Sono buone ragioni per accantonare il progetto, ma forse un’alternativa c’è. Oggi il web offre una serie di possibilità che spesso si ignorano, come ad esempio la raccolta dei fondi per l’avvio di una startup utilizzando il “Crowdfunding”, tradotto alla lettera “Finanziamento della Folla”, proprio per la sua capacità di essere un finanziamento che nasce dal basso.

Cosa vuol dire? Semplicemente si possono raccogliere fondi online presentando la propria startup su una delle tante piattaforme web dedicate al Crowdfunding, dove è possibile per chiunque abbia un progetto imprenditoriale innovativo trovare potenziali finanziatori.

Le forme di Crowdfunding possono essere diverse: si va dal modello che prevede una ricompensa, spesso simbolica, per chi effettua la donazione/finanziamento, fino alla tipologia che prevede per l’investitore una quota partecipativa nell’impresa finanziata. Quest’ultima forma è denominata Equity Crowdfunding, ed è stata regolamentata dalla Consob nel giugno del 2013. 

Marco Conflitti

Mi occupo da vent'anni di comunicazione, digital e marketing. Faccio consulenze alle aziende, personal brand e startup. Puoi acquistare su Amazon.it il mio manuale "Comunicando Facile"

Torna in alto